Linux

 

 LINUX

GNU/Linux è un sistema incredibile e potentissimo, creato, nella sua iniziale primitiva versione, da Linus Torvalds nel 1991 con lo scopo di portare il mitico sistema UNIX a funzionare su un personal computer (esisteva già MINIX, ma non era molto soddisfacente, inoltre non era distribuito con una licenza che ne permettesse liberamente le modifiche), per renderlo più facilmente utilizzabile (UNIX funziona solo su macchine apposite e estremamente costose e complesse, inabbordabili da parte di un privato). Torvalds lo ha subito perfezionato e diffuso con l'idea che potesse diventare una base per una collaborazione internazionale di volontari, viene affidato quindi all'inesauribile corrente dell'open source dalla quale è tuttora sospinto con grande forza.


Fino ad alcuni anni fa era un sistema operativo dedicato a pochi esperti del settore per almeno tre motivi:
1) L'interfaccia grafica di linux, fino a qualche anno fa, era molto minimale. Quindi non c'era scelta: shell e comandi a tastiera, questo scoraggia il grande pubblico.
2) Per installare linux c'era bisogno già di conoscerlo dato che gli installer erano molto rudimentali e sopratutto in prompt di comandi.
3) Erano praticamente assenti tool di configurazione grafica, tutto il lavoro bisognava farlo su file di configurazione tramite in prompt di comandi.


Più tardi sono poi apparse in rete versioni molto semplici da utilizzare, da installare e da configurare, in genere partendo da proposte commerciali (ma non solo) presentate da ditte specializzate che proponevano e propongono tutt'ora la loro distribuzione, insieme ad assistenza telefonica e la fornitura di documentazione cartacea o digitale. In genere sono preparazioni caratterizzate da pacchetti sviluppati dalle stessa aziende, spesso indirizzati alla configurazione.

Sono le famose versioni di RedHat, Suse, Debian, Linspire.

Linux in fondo altro non è che un KERNEL, il cuore di tutto il sistema, che si preoccupa di ricevere ed inviare segnali alla macchina e all'operatore, sul quale sono installati servizi (chiamati demoni) i quali hanno ognuno una propria mansione specifica, in collaborazione con gli altri. Esiste un sito che si occupa di riportare le varie versioni in sequenza temporale del kernel con varie notizie (www.kernel.org). Il vantaggio di tutto questo è che sul kernel si possono far funzionare i demoni che si desidera, rendendo il sistema estremamente elastico, variabile ed adattabile alle più disparate funzioni.

Il kernel è sviluppato dalla Linux Fundation, fondata e diretta da Linux Torwalds, realtà no profit che distribuisce al mondo le versioni aggiornate del kernel.

Per questo motivo di Linux ne esistono diverse centinaia di tipi differenti. A diversificare il panorama subentra poi il fatto che il demone grafico (il sistema X11 o X Windows) può avere molti interpreti (quelli che si preoccupano di creare e gestire l'interfaccia grafica, il desktop e le finestre dentro le quali vengono visualizzati i programmi in funzione, per intenderci) possono essere molti e contemporaneamente presenti in un sistema operativo. Per esempio KDE XFCE, GNOME sono tra i più diffusi ambienti grafici. KDE è in genere più ricco di strumenti ed offre molte alternative per eseguire le stesse operazioni, mentre GNOME in genere è più essenziale (per esempio Knoppix utilizza in genere KDE, Ubuntu usa GNOME). Quello che cambia tra di loro sono le librerie grafiche utilizzate, ma le operazioni possibili sono in pratica le stesse. Xubuntu usa XFCE, ambiente più spartano e privo di orpelli grafici, leggero ma piacevole e pratico.


Le varie versioni possono essere scaricate dalla rete in diversi formati: o come codice sorgente da compilare, o tramite l'ordinazione a pagamento di un CD già pronto (non tutti i gruppi di sviluppo lo fanno) oppure scaricando l'immagine ISO da masterizzare. Queste soluzioni non sono sempre presenti tutte insieme e dipende dal gruppo che porta avanti il singolo progetto. La cosa più pratica è di scaricare il file ISO.
Per creare un disco da un file ISO si può scaricare o leggere un piccolo file PDF che ho scritto a riguardo.
Infine un fenomeno molto diffuso in ambiente Linux è quello delle distribuzioni LIVE, ossia distribuzioni in grado di funzionare perfettamente da CD o da chiavetta USB senza essere installate.

Non viene installato nulla, il sistema operativo funziona direttamente dal supporto usato (chiavetta o CD), non si configura nulla, il sistema in genere riconosce tutto l'HW presente nella macchina  da solo senza errori, non si deve imparare nulla perché l'interfaccia è così semplice ed intuitiva che si riesce a fare tutto subito e bene.
In genere in una distribuzione di Linux qualsiasi si trovano programmi come: una suite completa per l'ufficio (Libreoffice) e numerosi altri programmi analoghi di videoscrittura elaborazione di fogli di calcolo, impaginatori professionali, numerosi programmi di grafica vettoriale e a mano libera di alto livello, svariati programmi per la masterizzazione, molti navigatori, svariati gestori di posta e di chat, innumerevoli giochi, strumenti di controllo di rete tra i più diversi, creatori e lettori di files PDF, editor di testo professionali e orientati alla programmazione, creatori di pagine HTML, numerosi lettori multimediali per ogni tipo di file e di supporto (CD, DVD, videoCD ecc), svariati compressori - decompressori, software PIM (Personal Information Manager, per la registrazione dei dati personali, contatti, appuntamenti, attività, ecc.), calcolatrici, una quantità enorme di programmi per la gestione del sistema, e la configurazione del sistema e delle periferiche, e molto, molto, molto, molto altro. E tutto questo è già pronto e funzionante all'istante!!!

Il pacchetto di programmi preinstallati è poi caratteristico di ogni differente distribuzione, per cui non sono tutte uguali tra di loro, benché moltissimi programmi sono presenti in quai tutte le distribuzioni, per esempio LibreOffice e Firefox sono praticamente onnipresenti.

DEBIAN UBUNTU KUBUNTU
XUBUNTU MINT LINUX MX
ELEMENTARY OS ZORIN PUPPY LINUX
FREESPIRE OPIE 1.21  

 


DEBIAN

http://www.debian.org/

Una caratteristica di questa distribuzione è la relativa lentezza nei rilasci di nuove versioni, in quanto il processo di debug è molto scrupoloso e lento. Viene utilizzato come un'ottima base per la costruzione di versioni molto più complesse automatiche e personalizzate.

La sua installazione è molto assistita, permette un'alta personalizzazione delle scelte, delle interfacce grafiche e del software installato

Storicamente introduce il sistema APT, gestibile con il programma "gestore pacchetti synaptic", che cerca su internet tutte le applicazioni esistenti per Linux, le divide per categorie, le evidenzia per compatibilità verso la presente versione di Linux, si deve solo scegliere cosa si desidera e selezionarlo, il sistema stesso lo cercherà lo scaricherà e lo installerà, fa tutto da solo.
In questa maniera il sistema si arricchirà all'infinito, sempre e solo di software open, totalmente gratuito e generalmente di ottima qualità ed in continua espansione ed aggiornamento.


UBUNTU

http://www.ubuntu-it.org/
Come quasi tutte le distribuzioni, ssiste in versione LIVE, ossia che funziona direttamente da CD senza installazione, tutti i programmi sono direttamente utilizzabili e tutte le risorse hardware della macchina sono già state riconosciute ed attivate.
Ubuntu è una parola Zulu come viene ben spiegato da Nelson Mandela dai molteplici significati e esprime il concetto di "umanità verso gli altri".
È basato su Debian ed eredita il "gestore pacchetti Synaptic" con un'interfaccia notevole e molto efficace. Chiaro e intuitivo, si presenta piuttosto lineare e piacevole da usare. Multilingue tra cui l'Italiano.

La sua interfaccia grafica è spesso soggetta ad innovazioni, ricercando effetti di trasparenza e di animazione, Come tutte le distribuzioni la si può cambiare facilemente.
Ha una dotazione software di base abbastanza estesa con le classiche installazioni di Firefox, Thuderbird, LibroOffice, ed è facilmente espandibile con l'applicazione di installazione software. Il sistema si aggiorna da internet con molta frequenza, migliorando la sua stabilità, compatibilità hardware e potenza.
Come tutte le distribuzioni inoltre può utilizzare WINE che ricostruisce un ambiente compatibile con le applicazioni MS Windows ed in cui è possibile installare ed utilizzare i programmi costruiti per quel sistema operativo.
Patrocinato da Canonical, viene rilasciata una nuova versione ogni 6 mesi, spesso notevolmente rivisitata rispetto alla precedente, con numerose innovazioni e migliorie (anche se a volte sono uscite releases da dimenticare). Nel tempo Ubuntu si è rivelata la distribuzione più diffusa e di maggior successo, fama ampiamente meritata.


 KUBUNTU

https://kubuntu.org/

Kubuntu è una variazione del progetto Ubuntu, quindi basato sulla stessa struttura Debian, ma con desktop gestito da KDE.

La dotazione di software base è identica a quella di Ubuntu e nella stessa maniera è aspandibile attraverso il gestore delle applicazioni.
Distribuito in versione live installabile con estrema facilità, è scaricabile sotto forma di file iso, estremamente ricco di software ed applicativi. L'interfaccia è generalmente semplice da utilizzare ricca di strumenti che aiutano l'utente, come è nella tradizione KDE.

Segue le uscite ed aggiornamenti di Ubuntu.


XUBUNTU

https://xubuntu.org/

Interessantissima distribuzione derivata da Ubuntu, per cui tutte le caratteristiche fondamentali sono le stesse, equipaggiata con una interfaccia di gestione del desktop Xfce, estremamente leggera e veloce, poco orientata agli effetti grafici e quindi essenziale e veloce. Si tende a scegliere programmi di piccole dimensioni e di rapida esecuzione, avendo minori richieste di potenza da parte della macchina. Permette di lavorare bene e rapidamente anche con macchine realmente molto limitate ed in pratica difficilmente utilizzabili con altre distribuzioni. La velocità con cui una macchina ormai obsoleta lavora a livelli professionali è impressionante. Comunque ricco di software precaricato, con la possibilità di scaricarne altro tramite il gestore di applicazioni.

Segue le uscite ed aggiornamenti di Ubuntu.


MINT

https://linuxmint.com/

Altra distribuzione derivata da Ubuntu - Debian. Molto leggera in genere e con una interfaccia veramente facile da usare, anche per chi non ha mai usato Linux questa distribuzione risulta molto famigliare e facile.

Sono state implementate alcune funzioni automatiche che rendono certe operazioni ancora più semplici rispetto a tutte le altre distribuzioni, come per esempio avviare files eseguibili da supporti esterni, che in genere vanno lanciati tramite riga di comando, mentre il Mint basta un doppio click.

Lo si trova in diverse opzioni, come MATE e CINNAMOM, in cui cambia solo l'interfaccia grafica che è ancora più semplice ed essenziale.


ELEMENTARY OS

 https://elementary.io/

 Interessante distribuzione basata su Ubuntu - Debian, estremamente leggera, piacevole da vedere e da usare, facilitata in molte operazioni. Nonostante alcuni abbellimenti grafici, animazioni ed effetti risulta molto veloce anche su macchine vecchie. Ha una dotazione di software non eccessiva ma di tutto rispetto, con alcune scelte particolari per restare efficiente e leggero.


ZORIN

https://zorin.com/os/

Altra distribuzione molto leggera e con una bella interfaccia grafica, anche in questo caso basata su Ubuntu - Debian. Funziona molto bene anche su macchina di potenza ridottissima, come per esempio un Centrino con 1 GB di RAM. La scelta dei softwares installati è nell'ottica della leggerezza, ma l'efficacia è elevata.


LINUX MX

 https://mxlinux.org/

 Distribuzione minimale ma molto completa e ricca di strumenti, ha la possibilità di scegliere l'interfaccia tra XFCE, KDE e FluxBox, dotato di una notevole collezione di applicazioni specifiche tutte con il nome preceduto da MX, appositamente create per la distribuzione che la rendono completa e facile da usare. Il pacchetto di applicazioni è molto esteso e nel contempo la macchina risulta molto leggera e veloce


 PUPPY LINUX

https://puppylinux-woof-ce.github.io/
Esiste solo come versione LIVE, ossia che funziona direttamente da CD senza installazione anche se è possibile installarlo su HD tramite le utility fornite con la distribuzione. È piccolissimo (dagli 80 MB ai 300 MB) e molto leggero, molto ricco di applicazioni, tra cui gestori di posta, web browsers, pacchetti per l'ufficio, editors html, programmi di disegno, programmi multimediali, chat, gestori di impegni e rubriche, si carica in ram e per questo diventa impressionantemente veloce, anche su macchine di potenza infima (l'ho personalmente usato su un pentium 300Mhz con 128 MB di ram SENZA HD presente, un PC da buttare, assolutamente inutile, ottenendo prestazioni accettabili!!!). Ha la possibilità di creare un file speciale (di dimensioni regolabili dall'utente e modificabili in futuro), su un disco o su una chiavetta o un floppy, su cui salvare le proprie configurazioni ed i propri dati, in modo da avere un micromondo contenuto il quel file. Riconosce e attiva una quantità impressionante di periferiche, dischi, pendrive, stampanti, modem, schede di rete, video e audio, si connette a internet con molto facilità e entra nelle reti Microsoft fluidamente. Possiede un ottimo sistema di partizionamento dei dischi e di modifica delle dimensioni delle partizioni stesse. È in grado di mettere in evidenza, con una icona particolare, i files su HD che hanno dei problemi di integrità o di struttura o lettura, rendendo questo piccolissimo gioiello un preziosissimo strumento di analisi e recupero di computer nei guai. L'interfaccia è molto semplice e piacevole, ogni icona si attiva con un singolo click, il tasto destro offre un menù contestale ricco, il sinistro cliccato ovunque sul desktop su uno spazio libero ripropone il menù di base di avvio.
Possiede un praticissimo sistema di guida nella configurazione delle periferiche di comunicazione esterna, tramite una serie di script fatti ad hoc, per cui diventa estremamente facile configurare modem analogici, ADSL, schede di rete, schede wireless, ecc...
Tramite uno strumento molto semplice da usare è possibile installare Puppy Linux su disco fisso, come si è già detto, in modo da aumentarne la potenza e versatilità, inoltre possiede un interessantissimo sistema, del tutto analogo al sistema Synaptic, che permette di scaricare ed installare da internet una grande quantità di software adattato a questo mini sistema.
Un mostro!!!
Realmente molto piacevole da usare ed indicato a chiunque desiderasse sperimentare Linux in maniera veloce, facile e sicura. Sembra un giocattolo ma è veramente molto potente!!!
Qualsiasi computer, usando questo sistema, diventa incredibilmente veloce e potente, oltre ogni possibile capacità di immaginazione. Quando lo si vede in azione, sembra veramente impossibile che un computer possa funzionare così velocemente, se poi si è visto la stessa macchina funzionare con Windows e poi con Puppy lo stupore è enorme, almeno un guadagno di velocità di 20, 25 volte maggiore.
Personalmente l'ho provato in live su oltre 500 macchine diverse tra desktop, server e portatili, senza mai trovare problemi e riconoscendo sempre tutto l'hardware presente, navigando e accedendo ai dischi locali.
Puppy Linux inoltre è in grado di funzionare anche su macchine Macintosh basate su tecnologie Intel e su apparecchiature che non sono propriamente dei computer, come gli ecografi medicali.


 

#### lavori in corso ####

Please publish modules in offcanvas position.