index        

GUI
Quando si cercava una faccia per il DOS

Ultima modifica 19-08-2011

Pagina in fase di sviluppo... scusate le incompletezze


Il sistema operativo DOS Ŕ stato uno dei programmi pi¨ diffusi commercialmente negli anni 80-90. BenchÚ enormemente limitato nei confronti del suo ben pi¨ maturo e completo antagonista Unix, il suo costo molto pi¨ contenuto, la sua sostanziale semplicitÓ, il fatto che funziona su macchine dall'architettura molto diffusa e relativamente economica o comunque alla portata di molte persone, insieme a fortunati accordi commerciali, lo hanno portato ad essere enormemente diffuso. Come tutti i principali sistemi operativi del tempo, il programma si presenta con uno spoglio prompt, inoltre Ŕ monoutente ed elementare.
Certamente questo suo aspetto poco comunicativo, non incoraggiava l'utente all'avvicinarsi. Il DOS era impegnativo, certamente mille volte meno di Unix, ma impegnativo. Senza studiare e senza una discreta conoscenza di nozioni informatiche varie, davanti ad un computer dell'epoca, non si faceva nulla.
Su queste basi si fonda la ricerca di dare una faccia intuitiva e semplice da usare al sistema, e con queste premesse iniziano molti progetti, spesso paralleli, che hanno avuto il bersaglio di dare un'interfaccia grafica, quindi intuitiva, per comunicare con l'utente. In questa maniera l'utilizzatore non deve conoscere grandi quantitÓ di comandi da inserire a tastiera, ma deve solo osservare un ambiente grafico e intuire le azioni che deve o pu˛ fare nell'ambiente, il quale poi a sua volta si adatta e cambia in risposta alle azioni dell'utente. Questo Ŕ il fine di una GUI (Graphic User Interface). L'idea Ŕ grandiosa, intuita e realizzata giÓ nel 1968 da Douglas Engelbart indiscusso genio informatico, e sviluppata nei laboratori XEROX PARK, ma la strada Ŕ lunga e complessa, con molte conseguenze e complicazioni. Infatti le varie interfacce permettono tutte l'esecuzione dei programmi nativi per DOS, ma il loro aspetto non cambia, restano programmi costruiti per quel sistema, senza una particolare grafica. ╚ a questo punto che nascono le applicazioni disegnate appositamente per le singole interfacce grafiche, con tutti i vantaggi dell'interfaccia grafica, ottimizzate per ognuna. Da questo momento nascono difficoltÓ e dure decisioni da prendere, in cui la componente commerciale Ŕ forte: se l'interfaccia non ha fortuna, i programmi costruiti per essa non saranno venduti;
corollario: meglio costruire programmi per un'interfaccia che sia diffusa e ben venduta se li si vuole vendere di conseguenza. Purtroppo, nel mondo informatico commerciale, maggior diffusione non coincide quasi mai con maggior qualitÓ. Certamente fra le Gui di DOS pi¨ famose figura la vasta famiglia di Microsoft Windows che ai tempi non era ancora un sistema operativo ma appunto una semplice GUI, il quale ha avuto molta fortuna commerciale, basata sulla strettissima parentela con MS-DOS, ma vedremo che non era l'unico e soprattutto non era uno dei migliori, alla stessa maniera in cui ancora oggi non Ŕ assolutamente il migliore sistema operativo, anzi...
Attualmente ogni sistema operativo ha la sua GUI in alcuni casi integrata nel sistema stesso (come nella famiglia MS Windows), in altri casi aggiunta e modificabile (come nel caso delle interfacce Gnome, KDE, ecc in ambiente *nix). Esistono siti che si occupano di catalogare le GUI e le loro componenti, un esempio illustre Ŕ fornito da:

- http://www.guidebookgallery.org/

In questa sezione verranno prese in considerazione solo le GUI costruite per il sistema DOS, volendo presentare una piccola carrellata storica. Sarebbe stato curioso vedere cosa sarebbe accaduto se non si fosse affermata la famiglia MS-Windows ma qualche altro sistema decisamente superiore, come per esempio Geoworks.
Resta curioso il fatto che ancora si stia lavorando allo sviluppo di interfacce grafiche per un sistema operativo ormai abbandonato come il DOS o i suoi cloni open source invece ancora in sviluppo come FREEDOS, eppure molta gente sostiene che questi sistemi operativi siano molto potenti e attuali, ancora in grado di svolgere egregiamente un grande quantitÓ di operazione utili.

Le GUI presentate in questa sezione sono state tutte installate e collaudate personalmente dal webmaster del sito, Fulvio Mhu, me medesimo, utilizzando svariati ambienti e sistemi, dall'uso di macchine d'epoca della mia personale collezione, a macchine virtuali ed emulatori in ambiente Linux.
Le GUI inizialmente sono state interpretate come un modo rapido per sfogliare le cartelle presenti nei dischi, ma sempre usando una rappresentazione di tipo testuale pseudo grafica, con l'impiego di caratteri ASCII appositamente disposti, per dare un'apparenza di disegno. Un esempio tipico Ŕ la famosa DOSSHELL di Microsoft. Alcune GUI testuali sono rimaste tali durante il loro sviluppo negli anni, senza mai diventare grafiche.
Iniziamo il nostro viaggio.








Cronologia per Anno GUI in ordine alfabetico


1981 Access



1982 Calmira



1983 Desktop2



1984 Desq View



1985 Dos Navigator


1986 Dos94



1987 DosShell



1988 DosStart



1989 Egress



1990 Fly


1991 FlyokiteOSX


1992 Fun52



1993 Gaze


1994 Gem OpenGem


1995 Geoworks


1996 Glance


1997 Gorindisk



1998 IBM Handshaker (Connect)


1999 Kronojunior



2000 MC Shell



2001 Mi-Shell


2002 MOS


2003 Open GUI



2004 Ozone



2005 Scirus



2006
Seal


2007
Spectra



2008
Sword



2009
Windows 101


2010
Windows 203




Windows 286




Windows 30













Il DOS ha questo aspetto, semplice, disarmante, potente:

DosPrompt
-------1981-------
La prima versione di DOS 1.0 viene presentata. In realtÓ si chiamava QDOS ma, dopo il suo acquisto presso terzi da parte della Microsoft, cambia nome (Ŕ mai capitato che a Redmond abbiano inventato qualcosa di originale?).
TOP


-------1982-------
Viene rilasciata la versione DOS 1.25 con supporto per i dischi a doppio lato.
TOP


-------1983-------
Viene rilasciata la versione DOS 2.0 che riesce ad accedere ai dischi IBM da 10MB. Il sistema legge i floppy da 5" 1/4 da 360 KB. Nello stesso anno esce la versione DOS 2.11 con supporto ai caratteri stranieri.
TOP


-------1984-------
Esce la versione DOS 3.0 che legge i floppy ad alta densitÓ da 5" 1/4 da 1,2 MB. Il sistema riesce ad accedere agli HD da 32MB. Nello stesso anno esce DOS 3.1 con supporto di rete. Non esiste ASSOLUTAMENTE NULLA DI GRAFICO in casa Microsoft, neppure DosShell.
TOP


GEM http://gem.shaneland.co.uk/

Nasce nel 1984, come interfaccia grafica per il sistema operativo CP/M per macchine 8088 o Motorola 68000. In seguito si Ŕ sviluppato su macchine ATARI. GEM significa Graphical Environment Manager, ma Ŕ anche un evidente allusione alla parola inglese "gem" che significa "gemma", ad indicare il prezioso valore del programma. GEM Ŕ una evoluzione di un'altra interfaccia grafica chiamata GSX, nata nel 1970, creata da un gruppo di sviluppatori usciti dalla XEROX PARK, ditta che ha inventato la GUI grazie a Douglas Engelbart.
GEM Ŕ costituito essenzialmente da 3 componenti:
GEM VDI (Virtual Device Interface)
GEM AES (Application Environment Services)
GEM Desktop (un'applicazione che rende possibile la gestione dei files basata su drag-and-drop)

Da GEM nel 1985 nasce FREEGEM che Ŕ un'applicazione opensource derivata direttamente da GEM, e OPENGEM, distribuzione di FREEGEM.

Interessantissimo sistema completo e ricchissimo di applicazioni e soluzioni originali.
Organizzato in finestre ridimensionabili, ha un pannello di controllo che permette una vasta personalizzazione del sistema, sia per l'aspetto che per la funzionalitÓ. Ha un desktop semplice su cui sono posizionati i dischi di sistema, della rete, il floppy, i cd, il cestino e due cartelle di sistema, una che contiene le applicazioni ed una che contiene la documentazione fornita con il pacchetto. Ogni apertura e chiusura di una finestra o di un programma Ŕ accompagnata da un semplice ma molto carina animazione che rende molto bene l'idea dell'apertura e chiusura delle finestre (ricorda molto da vicino le animazioni di MacOS 7 e successivi). Le finestre sono tutte ridimensionabili e spostabili, ogni finestra ha pulsanti per cambiare le dimensioni, per l'ingrandimento a tutto schermo e per la sua riduzione.
In grado di aprire tutti gli applicativi per DOS, possiede inoltre una vasta collezione di programmi appositamente costruiti per GEM. Le applicazioni specifiche coprono una vasta gamma di necessitÓ, dalla gestione di testi in formato doc, txt, all'impaginazione professionale dei documenti, alla creazione disegni a mano libera, oppure alla creazione di composizioni vettoriali. Possiede un programma per la creazione di biglietti da visita piuttosto elaborato, ed uno per la creazione di grafici 2D e 3D partendo da una griglia del tutto simile ad un foglio elettronico, inoltre ha un vero foglio elettronico compatibile con Lotus e con Excel. Esiste un programma IDE per lo sviluppo di applicazioni BASIC con finestre di controllo e di debug. Ha programmi per la lettura di CD, di files MP3, e MIDI. Nella collezione entrano poi molti giochi di vario tipo, da solitari agli scacchi, un labirinto 3D, tetris, una adventure, Othello, e molti altri. Ha un programma di navigazione sul web ed uno per l'invio di mail in serie, usando una specie di stampa unione. Altri programmi sono dedicati alla gestione  delle connessioni telefoniche, ed altri alla stampa. Un pacchetto estremamente completo ed autosufficiente, non serve altro, inoltre risulta molto leggero per il computer, per cui Ŕ velocissimo. Risulta un sistema ancora attuale e funzionale, nonostante gli anni. Sicuramente un sistema enormemente pi¨ completo e ricco di Windows 3.0, creato quando ancora non esisteva neppure Windows 1.0! Il tutto in soli 8,8 MB. Viene sviluppato e seguito per lo meno fino al 2005.
Il DOS di Microsoft fino a quest'anno ancora non aveva neppure una shell minimale, Dosshell Ŕ stata inventata nel 1988!!!
Un sistema avanti di almeno 5 anni rispetto a tutto il panorama mondiale!!!

Screenshots:
Installazione su DosEmu 1.4.0.0 in Linux Ubuntu 7.10



















































TOP

-------1985-------
Microsoft Presenta Windows 1.0 dopo aver ottenuto un accordo con Macintosh per usare la tecnologia grafica (ancora una volta Microsoft non inventa nulla ma copia dagli altri!!!).
TOP

Windows 1.0
La prima GUI di Microsoft Ŕ Windows 1.0.
Sicuramente il successivo DosShell Ŕ pi¨ potente nell'esplorazione dei dischi e nell'esecuzione dei programmi, persino nella grafica Ŕ superiore, ma quello che lo rende particolare e diverso dalla shell Microsoft Ŕ il fatto di avere applicazioni appositamente costruite per lui. La grafica Ŕ piuttosto approssimativa, ci sono GUI contemporanee molto pi¨ avanzate. I programmi forniti sono pochissimi, molto rudimentali e limitati. La dotazione di drivers interni Ŕ decisamente povera, questa versione, per esempio, supporta ESCLUSIVAMENTE mouse seriali. Il sistema Ŕ multitasking anche se per passare da un'applicazione all'altra prima la si deve ridurre ad icona. GiÓ funziona la combinazione ALT + TAB per passare tra le applicazioni ed Ŕ possibile utilizzare tutto il sistema solo con la tastiera. Le applicazioni sono contenute in finestre senza bordi, per cui non possono essere ridimensionate o spostate, Ŕ solo possibile usare lo strumento "zoom" dai men¨, per ridurre leggermente la finestra in modo che si vedano le icone in basso delle applicazioni ridotte, se ci sono molte applicazioni aperte e ridotte ad icona, ma quella attualmente in uso non Ŕ ridotta con lo zoom (e quindi non si vede la barra delle icone) non Ŕ possibile passare alle altre applicazioni ed il CTRL + TAB non funziona.
Il sistema usa i colori solo per gli elementi dell'aspetto grafico, ma non per il programma di disegno (Paint), cosa molto intelligente!!! Paint possiede uno strumento per il disegno in assonometria, di discreta efficacia, cosa che si perde nelle versioni pi¨ evolute. La calcolatrice ha solo il livello base standard.
Il pacchetto delle applicazioni comprende:

- calc
- calendar
- cardfile
- clipboard
- clock
- control
- notepad
- paint
- reversi
- terminal
- write

Screenshots:
Installazione su Innoteck VirtualBox 1.5.0_OSE in Linux Ubuntu 7.10








Logo Executive Calculator

Il logo di avvio Microsoft Executive, Windows Ŕ tutto qui!!! La calcolatrice ridotta con "zoom", notare i task in basso

Calendar CardFile  Clock

Il calendario, senza barra icone Il piccolo database di contatti L'orologio di sistema

Control Panel Control Panel Color NotePad

 Il pannello di controllo La sezione di cambio colori del sistema Il blocco note

Paint Reversi Terminal

Paint con gli strumenti base L'unico gioco presente: reversi Il terminale per contattare le BBS

Write Quit


Write al massimo della sua espressione La chiusura del sistema





.





TOP

 

-------1986-------
-
-
TOP



-------1987-------
Esce DOS 3.3 che funziona su floppy da 3.5 ". Viene presentato Windows 2.0. Per la prima volta DOS riesce a vedere dischi con pi¨ di una partizione e pi¨ grossi di 32 MB.
TOP

-------1988-------
DOS 4.0 che supporta la gestione della memoria estesa. Il sistema riesce ad accedere ad HD fino a 2 GB. Nasce DOSSHELL. Il sistema Ŕ fortemente difettoso e molti programmi hanno problemi.
TOP

-------1989-------
Viene presentato DOS 4.01 con le correzioni della versione 4.0.
TOP


-------1990-------
Viene presentato Windows 3.0.
TOP

GeoWorks ENSEMBLE
novembre 1990 (1.0) - 1993 (2.0)
Commerciale
Il test Ŕ stato eseguito su Ensemble 2.0
Si tratta di un pacchetto commerciale di soli 4 floppy, meno di 6 MB di installazione. Raramente un pacchetto Ŕ stato cosý ricco e completo e contemporaneamente cosý piccolo. Ha bisogno di un sistema DOS originale, nel senso che non funziona su sistemi come FREEDOS. Un computer equipaggiato con Geoworks non ha bisogno di altro. Tutte le applicazioni sono contenute in una finestra apposita ospitata sul desktop, ridimensionabile e spostabile, come tutte le finestre del sistema. Il fondo del desk Ŕ personalizzabile con immagini BMP a colori, tutto il sistema usa i colori per personalizzare l'aspetto e comunicare condizioni di stato. Fornito di base di un buon pacchetto di drivers per schede video, audio e stampanti, permetteva di sfruttare molto bene la propria macchina, senza problemi. Tutte le configurazioni necessarie vengono guidate e proposte durante l'installazione del pacchetto. Una barra alla base del desktop riporta alcuni strumenti di frequente uso. Una soluzione originale e molto intelligente consiste nel poter sganciare i men¨ a tendina per renderli popup persistenti sopra tutte le finestre, in modo che, quelli che si desidera, siano sempre disponibili. La dotazione di programmi di sistema Ŕ molto ricca e completa soddisfacendo tutte le principali esigenze di ufficio e di attivitÓ private. I files prodotti sono purtroppo in un formato proprietario che gestisce solo Geoworks. Ma la cosa non Ŕ un problema ne una decisione arbitraria, a quei tempi non esisteva uno standard, ogni produttore proponeva il suo. Un ottimo pannello di controllo permette di impostare, parametrizzare, personalizzare e regolare praticamente ogni aspetto e funzione del sistema. Lavorare con questo sistema risulta molto agevole e piacevole decisamente superiore a qualsiasi altra soluzione contemporanea e anche di moltissime altre pi¨ recenti. Nessun pacchetto Microsoft mai, in nessun caso e tempo, Ŕ mai stato cosý completo, ricco, compatto e veloce come lo Ŕ invece Geoworks. Tra le applicazioni di base troviamo:
- Calculator
Complessa calcolatrice con moltissime funzioni integrate e numerose procedure pre-costituite per eseguire molteplici calcoli complessi, accompagnate da maschere di assistenza che raccolgono dati per l'esecuzione dei calcoli.
-Clock
Orologio di sistema ampiamente personalizzabile con 4 differenti aspetti di base.
- GeoBanner
Semplice ed efficace sistema per stampare degli striscioni unendo svariati fogli insieme, oppure usando un modulo continuo a quei tempi estremamente diffuso e di uso comunissimo.
- GeoCalc
Elaboratissimo ed avanzato foglio elettronico, ampiamente personalizzabile, con la possibilitÓ di creare grafici molto efficaci il cui tipo pu˛ essere cambiato in qualsiasi momento, tutte le barre degli strumenti possono essere personalizzate e modificate, pu˛ aprire pi¨ fogli contemporaneamente.
- GeoComm
Semplice sistema per connettersi a BBS tramite modem seriale.
GeoDex
Semplice rubrica di contatti, con sistemi di filtro e ricerca molto comodi.
- GeoDraw
Elaborato sistema di disegno vettoriale.
- GeoFile
Database relazionale interno, con sistemi di disegno e inserimento dati scambiabili in qualsiasi momento del lavoro.
- GeoPlanner
Agenda impegni semplice ed efficace, con differenti modalitÓ di visualizzazione del corso del tempo. Con la possibilitÓ di definire allarmi e sveglie per ogni appuntamento e il tempo di anticipo dell'allarme.
- GeoWrite
Complesso editor di testi di livello elevatissimo, con la possibilitÓ di inserire elementi grafici vettoriali modificabili a piacere, Anche in questa applicazione Ŕ possibile personalizzare in maniera totale e profonda tutte le barre degli strumenti. Anche in questo caso e possibile aprire pi¨ documenti in contemporanea.
-Preferences
Ricco pannello di controllo per gestire qualsiasi aspetto tecnico, di performance, grafico e funzionale di tutto il sistema, niente di quello che Ŕ contenuto il Geoworks viene tralasciato per quanto riguarda la sua parametrizzazione.
- Scrapbook
La tabella del materiale copiato
- Solitaire
Il classico solitario, ma con effetti di animazione e grafici molto carini.
- Tetris
Il classico gioco di oggetti che cadono dall'alto
- Text File Editor
Un semplice editor di testi ASCII, con alcuni strumenti per la gestione del testo. Da notare che il DOS di questo anno NON HA NESSUN editor di testo!!!

Quasi tutte le applicazioni possono essere aperte in 4 modalitÓ differenti, con crescente grado di complessitÓ che interessa le barre degli strumenti. Ogni singolo grado pu˛ essere personalizzato. Questo permette di nascondere strumenti ed opzioni che potrebbero causare confusione o dubbio in utenti non esperti.  Il sistema era dotato di font scalabili vettoriali, e introduceva l'uso del tasto destro (per spostare gli oggetti), Microsoft ci arriverÓ dopo 5 anni, che in ambiente informatico sono un'era geologica!!!
Il sistema era multitasking. L'help interno Ŕ molto completo ed esaustivo.
Per la sua estrema completezza in passato Ŕ stato adottato da costruttori di computer portatili e di palmari, in quanto con un singolo pacchetto ogni cosa necessaria era giÓ fornita. Microsoft contemporaneamente produceva senza dubbio prodotti estremamente pi¨ scadenti, ebbe un maggiore successo SOLO grazie ad un'ottima e costosa campagna pubblicitaria...
In ultima analisi Ŕ un sistema paragonabile a Windows 95, se non addirittura superiore, ma comparso 5 anni prima...
A confronto dei programmi dello stesso tempo siamo alla fantascienza!

Screenshots:
Installazione in DOSBox 0.7 in Linux Ubuntu 7.10 (per gli screenshots dell'installazione)
Installazione su MS DOS 5.0 originale, in macchina virtuale VirtualBox 1.5.0, in Linux Ubuntu 7.10







Install1 installa path progress

L'installazione, con aggiornamento La directory di destinazione Il progresso dell'installazione

End end Start

Finito, si desidera avviare GeoWorks? Terminata l'installazione La schermata di avvio del programma

Desktop Desktop-fondo Menu

Il desktop semplice Il fondo del desktop Alcuni men¨ a tendina bloccati

Tree Docs Calculator

Tree per navigare nei dischi La cartella di sistema per i documenti La calcolatrice con i programmi extra

Clock Banner Text

L'orologio di sistema Banner per disegnare striscioni L'editor di testi










TOP

 
MI-SHELL 2.2
dicembre 1990 (1.0) - settembre 1993 (2.2)
Open source
Piccola shell testuale, limitata nella potenza e nelle possibilitÓ, usa il tasto destro per la selezione dei files, ha un discreto men¨ di comandi usabili sia a tastiera (con i tasti funzione) che con il mouse, i comandi possono cambiare di funzione con il tasto SHIFT. L'help Ŕ discreto e abbastanza esteso, sono presenti delle lezioni interattive in cui vengono richieste delle azioni da parte dell'utente e vengono controllate nella loro esattezza. Le finestre sono create con caratteri testuali e non sono spostabili con il mouse.

Screenshots:














































TOP

-------1991-------
Viene presentato DOS 5.0 con numerosi comandi interessanti inclusi. Viene incluso Basic, ed Edit, il comando per il recupero dei files cancellati. Viene introdotto SETVER per risolvere le problematiche di compatibilitÓ con i vecchi programmi.
Per la prima volta Windows (Win 3.0) diventa multimediale e riesce a suonare CD e riprodurre suoni.
Nasce Linux, ad opera di Linus Torvalds, inizia una nuova era.
TOP

IBM HANDSHAKER 7.5 (conosciuto anche come CONNECT) www.softpanorama.org
1991
Freeware
Creato in Ucraina da un gruppo di due sviluppatori, probabilmente la pi¨ potente interfaccia testuale per DOS. Gui testuale estremamente elaborata e ricca di strumenti, altamente parametrizzabile ed interamente gestibile con il mouse. Tutte le finestre possono essere ridimensionate e spostate con il mouse. Dotato di svariate applicazioni interne che possono essere aperte contemporaneamente e gestite sempre con il mouse. Ogni finestra pu˛ essere ridotta ad icona e organizzata su un rudimentale desktop per poi essere riaperta poi. I files hanno un colore differente a seconda del tipo. Il programma permette di realizzare delle macro di azioni tramite processo di registrazione. Le macro possono poi essere richiamate, eseguite o modificate successivamente. Il tasto destro all'interno di una finestra di esplorazione permette di scegliere il tipo di visualizzazione della stessa. Per numerose applicazioni esiste la possibilitÓ di ottenere la storia delle azioni eseguite.
Il programma permette di copiare qualsiasi cosa, files e porzioni di essi, e di controllare ed editare il contenuto del blocco appunti in cui il materiale copiato viene immagazzinato temporaneamente.
Un buon help accompagna il programma, con connessioni ipertestuali all'interno dello stesso. Molta documentazione Ŕ in russo. Con un programma del genere quasi non serve avere un'interfaccia grafica!!!

Screenshots:
Installazione su DosEmu 1.4.0.0 in Linux Ubuntu 7.10







Applications tasto destro Tree

Alcune applicazioni aperte Il men¨ tasto destro L'albero delle directory

Quit About help

Il dialogo di chiusura Riguardo a... L'help interno in finestra










TOP


DOS Navigator 1.51  
1991-1999
freeware
Copyright RIT Research Labs
Nasce nel 1991 e continua a svilupparsi negli anni ignorando la tendenza mondiale a creare interfacce grafiche di alto livello (l'ultima versione, quella illustrata, Ŕ coetanea di Windows 98!!!), arriva a grandi livelli di complessitÓ strutturale mantenendo un aspetto fortemente testuale. Interessante sistema di esplorazione del disco e dei files, interamente utilizzabile senza mouse in maniera rapidissima e pratica, utilizzando solo combinazioni di tasti. Un pratico help contestuale alla base dello schermo permette di avere sempre visibili ed elencati i comandi principali disponibili per il contesto, i tasti SHIFT, ALT e CTRL modificano la barra ed i comandi disponibili. Ogni comando presso la barra Ŕ usabile anche con il mouse. Con il tasto F10 Ŕ possibile aprire la barra dei men¨ con una notevole quantitÓ di comandi possibili. Il sistema inoltre possiede un editor interno per l'apertura in ascii di qualsiasi file. I singoli files sono poi colorati in differenti maniere per poterli pi¨ facilmente riconoscere per tipo e categoria. Alla base delle finestre appare sempre il prompt per l'esecuzione di qualsiasi comando in maniera diretta. In ultima analisi un clone di DOSSHELL estremamente pi¨ potente e raffinato, con numerose caratteristiche aggiunte e strumenti pi¨ potenti. Curiosamente il programma Ŕ dotato di molti elegante screesaver grafici e testuali carini ed interessanti. Personalizzabile ampiamente permette un notevole controllo sul programma. Dotato di un programma interno per gestire i CD musicali ed un editor di fogli di calcolo, una calcolatrice, una tabella ASCII. Usa un interessante cestino che Ŕ possibile spostare sullo schermo. Tutte le finestre possono essere ridimensionate e spostate con il mouse e tutte le finestre hanno un effetto ombra su quello che si trova dietro a loro. Il programma Ŕ sensibile al tasto destro con il quale Ŕ possibile selezionare e deselezionare i files. Un buon help contestuale assiste in ogni singola parte del programma.

Screenshots:
Installazione su DosEmu 1.4.0.0 in Linux Ubuntu 7.10







Files Tree Info

Due finestre con files di diverso tipo L'albero delle directory, navigabile Le info su un file ad alta risoluzione

Attrib screesav1 Spotlight

Il cambio di attributi di un file Uno dei molti screen saver, cosmos... Screensaver a luce spot.

Screensav3 multiwin About

Uno screensaver notevole per DOS!!! Alcune applicazioni interne aperte About this program










TOP

-------1992-------
Nulla di particolare accade nel mondo informatico.
TOP

GLANCE
1992
Shareware
Joost Sohipperheijn http://www.schipperheijn.net/index.html

Stesso autore di GAZE, e come quel software anche questo fornisce una pratica interfaccia grafica personalizzabile per poter lanciare facilmente applicativi DOS. Ha due men¨ personalizzabili e modificabili, il tasto destro inverte la disposizione delle porzioni del desktop, il cursore Ŕ rappresentato da una mosca, ma Ŕ possibile impostare un cursore a freccia pi¨ classico. Sono presenti quattro pulsanti fissi, per modificare le funzioni dei pulsanti, per passare ad una specie di pannello di controllo detto TASKS, per richiamare l'help e per uscire. Ogni pulsante Ŕ parametrizzabile manualmente, non c'Ŕ nessuna interfaccia che aiuta nella ricerca dei files, per cui il percorso deve essere scritto a mano, per˛ viene fornito uno strumento di controllo se il file esiste nel percorso indicato. Non ha una interfaccia per lanciare programmi a tastiera, ma pu˛ aprire una shell di DOS.
L'autore
ha un sito personale ma non relativo ai suoi lavori informatici.

Screenshots:
Installazione su DOS 6.0 avviato in VirtualBox 2.1.4 su Ubuntu 9.04







Splash menu one Menu two

Lo splash di avvio Il men¨ uno Il men¨ due

editor run program error

L'editor dei pulsanti La conferma di avvio di un comando Se il programma non esiste...

help Tasks about

L'help interno La finestra dei TASKS Il dialogo di about

chiusura



Il dialogo di chiusura












TOP


-------1993-------
Viene rilasciato DOS 6.0, che introduce nuove funzionalitÓ interessanti come un semplice sistema antivirus e uno strumento di deframmentazione. Nasce DOUBLESPACE che permette di ridurre lo spazio occupato su disco fisso da parte del sistema e dei programmi. Finalmente Ŕ reso possibile il multiboot. Il comando MEMMAKER permette una semplice configurazione della memoria tramite uno strumento che guida l'utente durante le impostazioni. Viene presentato Windows NT nell'agosto, mentre in novembre nasce Windows 3.11 For Workgroup. Sempre nello stesso anno esce DOS 6.2 che introduce SCANDISK in affiancamento a CHKDSK per il controllo del disco fisso. Ancora nello stesso anno esce DOS 6.21 a cui manca DOUBLESPACE in quanto risulta copiato da un'idea di un concorrente (alla Microsoft non si smentiscono MAI!!!).
TOP

-------1994-------
Viene rilasciato DOS 6.22 che contiene un programma di compressione del disco analogo a quello che si Ŕ stati costretti a togliere, questa volta regolarmente commissionato ed acquistato da una ditta terza (Vertisoft Systems) il programma si chiama DRIVESPACE.
TOP

GAZE
febbraio 1994
Shareware
Joost Sohipperheijn http://www.schipperheijn.net/index.html
Una piccola interfaccia grafica con la possibilitÓ di personalizzare gruppi di comandi e creare sia nuovi gruppi che collegamenti. Non ci sono programmi scritti per questa interfaccia, ma Ŕ possibile lanciare programmi DOS direttamente da un collegamento grafico. Ogni collegamento pu˛ essere personalizzato con un'icona e con alcuni parametri di esecuzione.
Le finestre si chiudono cliccando sull'angolo in alto a sinistra, dove appare una piega del foglio.
Non c'Ŕ differenza di funzione tra tasto destro e sinistro, entrambi hanno lo stesso effetto. Era possibile chiudere Gaze in modo che salvasse le impostazioni e fosse possibile spegnere il PC direttamente, oppure chiudere Gaze e tornare a DOS. In questo anticipava la modalitÓ di spegnimento di Windows 95.
Semplice e veloce. L'autore voleva 15 sterline olandesi per registrare il software, nessun sito di riferimento, solo un indirizzo postale a cui inviare la richiesta.
Una curiositÓ: gli occhietti in alto a destra nel desktop ogni tanto sbattono le ciglia.

Screenshots:
Installazione su DOS 6.0 avviato in VirtualBox 2.1.4 su Ubuntu 9.04







Start Desktop New Group

Lo splash di avvio Il semplice Desktop La creazione di un nuovo gruppo

editprogram Error Run

Creazione ed editing di un link Un errore di sistema, file non trovato Esecuzione di un programma

preferenze time close window

Le preferenze di sistema Le impostazioni di data e ora L'icona di chiusura di una finestra

help about exit

La finestra di aiuto La finestra di About con l'autore La finestra di uscita

Shutdown



Lo shutdown del computer













-------1995-------
Viene presentato Windows 95 il 24 agosto. In 4 giorni vende un milione di copie... la gente ancora non si rendeva conto di cosa faceva, viene introdotto il sistema plug & play, ben presto rinominato popolarmente plug & pray, per al sua tendenza a funzionare in maniera casuale ed erronea.
Il sistema contiene una versione di DOS denominata DOS 7.0.
TOP

DesQView 2.8 www.chsoft.com/dv.html
1995
Quarterdeck
La Quarterdeck ha creato questo programma e lo ha seguito per qualche hanno. Poi Ŕ stata acquistata da Symantec ed Ŕ stata chiusa.
Programma molto semplice con una gestione elementare delle finestre, le quali sono sempre testuali e movibili tramite il mouse. Ogni azione del mouse Ŕ filtrata tramite una finestra di comandi che appare alla destra dello schermo e che Ŕ richiamabile con il tasto ESC. Il tutto non risulta molto pratico da utilizzare.

Screenshots:
Installazione su DosEmu 1.4.0.0 in Linux Ubuntu 7.10







Desktop move Memory e spreadsheet

Il desktop Il men¨ di spostamento Due finestre (una Ŕ un foglio di calcolo!!)

close Quit


La chiusura di una finestra La chiusura del programma











TOP

-------1996-------
Nel febbraio viene rilasciato il service pack 1 per Windows 95 (5 mesi dopo il lancio hanno giÓ riscritto tutto il codice del sistema operativo, si vede che funzionava bene...).
TOP

-------1997-------
Il DOS integrato in Windows 95 passa alla versione 7.1 maggiormente stabile e che supporta la FAT 32.
TOP

-------1998-------
In aprile viene presentato pubblicamente (ed esegue uno spettacolare blocco con conseguente crash) Windows 98, dopo due mesi di correzioni a giugno esce in commercio.
TOP

MOS http://www.datacomponents.net/gui/mos/index.htm
Millennium OS
Open source sospeso nel 2000.
Interessante interfaccia molto simile a Windows 95-98, da cui riprende il pulsante avvio che reca la scritta "M start" ed il relativo men¨. Il programma Ŕ un prototipo, ancora inadatto al lavoro di tutti i giorni, anche se Ŕ dotato di un piccolo pacchetto di applicazioni, tutte scritte il basic, per cui il codice Ŕ direttamente disponibile all'interno del programma stesso ed editabile senza problemi. Il sistema NON Ŕ multitasking, per cui Ŕ possibile usare solo un'applicazione alla volta. Molte caratteristiche non son ancora state sviluppate, appare per alcune un pulsante di richiamo, ma non esiste la corrispondente applicazione, oppure, direttamente, un messaggio o un'etichetta avvisano della mancanza. Il tasto destro Ŕ attivo per richiamare men¨ contestuali sensibili al punto di click e per spostare le finestre. Esiste un oggetto personalizzabile chiamato BigFoot, che riporta delle applicazioni di pronto uso, spostabile sul desktop.
Il programma si avvia con la scelta del profilo da utilizzare, di base ne viene fornito uno.

Screenshots:
Installazione su DosEmu 1.4.0.0 in Linux Ubuntu 7.10







Start Desktop menu

Scelta del profilo di avvio. Il desktop e Big Foot con il volume Il men¨ di avvio

Tasto Destro Prompt Control panel

Il men¨ del tasto destro Il prompt del sistema Il pannello di controllo, essenziale

Run Memorymeter Format

Il dialogo di esecuzione comando Il misuratore di memoria L'interfaccia di formattazione

DiskCopy Find About...

L'interfaccia di copiatura disco L'interfaccia di ricerca, con filtro About...

Quit Quitted


Chiusura... ...Chiuso












TOP


-------1999-------
Viene presentato Windows 98 SE a maggio, il predecessore non Ŕ durato neanche un anno!!! Si iniziano a vedere prototipi di Windows 2000.
TOP

-------2000-------
-
-
-
TOP

-------2001-------
SEAL http://sealsystem.sourceforge.net/
Opensource non pi¨ sviluppato dal 2003
Un interessante GUI molto ricca ed elaborata. Funziona ad alta risoluzione e permette un'ottima gestione del video e delle risoluzioni. Gestisce l'audio, ed ha un semplice pannello di controllo per la gestione della grafica e dell'hardware. Ha una barra delle applicazioni spostabile sui lati dello schermo, dentro cui appaiono i tasti delle applicazioni aperte al momento. Gestisce pi¨ finestre aperte contemporaneamente. Ha un interessante visualizzatore di immagini ed un lettore di CD dalla grafica molto bella. Possiede un piccolo programma ancora incompleto per il disegno a mano libera ed un piccolo editor di testi.
Ha un ambiente di sviluppo per la scrittura di programmi creati per la sua interfaccia, ha quindi le basi per essere indipendente e aperto ad un interessante sviluppo. Ha un programma di esplorazione dei dischi e delle cartelle, una shell di DOS, una finestra di lancio per programmi eseguibili. Ha un piccolo sistema di gestione di un oggetto che assomiglia ad un registro di sistema. Funziona molto bene con FreeDOS.
In sostanza Ŕ un programma veramente potente e ricco, aperto a grandi possibilitÓ di sviluppo, L'atmosfera luminosa ed ariosa lo rende molto piacevole da utilizzare.

Screenshots:







Testo della tabella interna
colonna due
colonna tre


Install Boot file tools

L'installazione in classico stile DOS l'avvio con una piccola barra  animata Strumenti per esplorare il disco e gestione del registro

Settings Office tools run application

Pannello di controllo Strumenti di scrittura e disegno Lanciatore di applicazioni

Music and images Games Prompt

Immagini e musica Vari giochi aperti Prompt di DOS

tools bar About Quit

La barra spostata a sinistra Riguardo a... Il dialogo di chiusura












-------2002-------
-
-
-
TOP

-------2003-------
-
-
TOP


-------2004-------
-
-
-
-
-
-
TOP

-------2005-------


FLY  http://www.cml55uk.12freeukisp.co.uk
Opensource
Progetto molto interessante, dalla grafica minimalista ma dalla potenza insospettabile. Supporta fino a 65.000 desktop differenti tutti personalizzabili, ammette l'uso di icone e di etichette senza funzione oppure con una funzione specifica, ogni desktop pu˛ avere oltre 100 icone che possono essere spostate a piacere sul desktop Le icone possono essere create con qualsiasi editor di immagini, possiede una notevole serie di scorciatoie di tastiera che permettono di fare una grandissima quantitÓ di operazioni, tra cui anche di catturare lo schermo. Le icone possono avere nomi lunghi fino a 30 caratteri, mentre le etichette arrivano a 75. Ha un salvaschermo molto bello, notevole per un'applicazione dalla grafica poco pi¨ che testuale. Ha un calendario completo e piuttosto articolato, con numerose funzioni e la possibilitÓ di definire note collegate ai giorni. In caso di spegnimento brusco si produce un file di controllo che serve tra l'altro ad impedire che due sessioni Fly siano avviate contemporaneamente. I desktop possono essere raggiunti semplicemente cliccando in un posto libero da icone per avere la lista completa dei desktop esistenti. Ogni desktop pu˛ avere un'icona collegata per raggiungerlo pi¨ rapidamente. In basso a sinistra c'Ŕ un help contestuale che descrive l'icona che si tocca, queste descrizioni possono essere modificate a piacere, in basso a destra invece si trovano ora e data, modificabili cliccandoci sopra. I desktop sono riordinabili, rinominabili ed eliminabili tramite un programma di amministrazione apposito. Il mouse pu˛ essere pilotato anche con le frecce ed usando i tasto CTRL e SHIFT si pu˛ cambiare la velocitÓ di spostamento.
Un programmino di notevole rispetto e di dimensioni microscopiche: 485 KB!!! I Desktop non sono altro che files di testo con descritte all'interno le icone, la loro posizione e funzione.

Screenshots:
Installazione su DOS 6.0 avviato in VirtualBox 2.1.4 su Ubuntu 9.04







Testo della tabella interna
colonna due
colonna tre


Desktop desktop selection desktop admin

Il desktop di partenza Il dialogo di scelta desktop Il sistema di gestione desktop

calendar screensaver document

Il calendario integrato Uno degli svariati screensaver La documentazione di aiuto

reminder dx icon dx desk

Il desktop Reminder Il tasto destro sopra un'icona Il tasto destro sul desktop

new icon1 new icon 2 new icon 3

La creazione di una nuova icona Si scrive il nome dell'icona Si scrive il percorso del comando

new icon 4 new label confirm

La nuova icona al suo posto La creazione di un'etichetta Il dialogo di conferma eliminazione










TOP

FlyokiteOSX http://osx.portraitofakite.com/logon.htm

Progetto nato per gioco e sviluppato almeno fino al 2005, con numerosi contributi di applicazioni accessorie che completano il pacchetto, distribuito gratuitamente con una buona documentazione relativa al suo funzionamento e alle modifiche del registro che apporta.
Interfaccia singolare e veramente ben fatta, curatissima nei particolari trasforma un sistema  Microsoft XP in un verosimile MAC OS.
Tutte le icone vengono cambiate con un set che Ŕ una perfetta imitazione dell'ambiente MAC. Il pannello di controllo viene integralmente sostituito con una struttura identica a MAC, benchÚ sia ancora possibile usare il pannello originale. Tutti i suoni di sistema vengono cambiati, tutti i cursori sono un'imitazione MAC perfetta.
Alla base del desktop trova posto un dock identico a quello MAC personalizzabile nella stessa maniera e con lo stesso effetto a lente di ingrandimento. Le finestre ridotte vengono ospitate nel dock ed il cestino si sposta per lasciare loro lo spazio necessario.
Tutte le animazioni di spostamento, copiatura ed eliminazione sono modificate ed imitate fedelmente. Anche la gestione degli accessi all'avvio e l'interfaccia di spegnimento sono modificate con i suoni tipici del tema “Aqua”. Allo stesso modo il sistema di rappresentazione della gerarchia delle cartelle segue lo schema MAC con la simbologia dei triangoli che ruotano per indicare apertura e chiusura delle cartelle. Nessun screen saver particolare Ŕ stato aggiunto.
Singolarmente il sistema non rallenta in maniera significativa, anzi Ŕ difficile trovare un momento di empasse. Nel complesso il prodotto Ŕ molto piacevole e perfettamente stabile. Sembra realmente di lavorare su un MAC.
Il sito originale non Ŕ pi¨ in linea, ma nel link accanto al titolo di questa sottosezione si pu˛ accedere ad un interessante emulatore online.

Screenshots:
Installazione su Innoteck VirtualBox all'interno di Linux Ubuntu 7.10







Boot Users Desktop

Il Boot di XP Pro La scelta degli utenti Il Desktop con il Dock

About This Computer Apple Menu Finder

About This Computer Men¨ Mela Men¨ Finder

About Finder Mac Control Panel Win Control Panel

About Finder Pannello di controllo MAC Pannello di controllo Windows

Risorse Computer Nexplorer Regedit

Risorse del Computer L'esploratore Nexplorer L'editor di registro

SearchSpy Avvio Mail Outlook

Lo strumento SearchSpy L'avvio di Outlook Express Outlook aperto

Cancello? Cestino Calc

Avviso di eliminazione Il cestino pieno La calcolatrice scientifica

Sol Blocco Note LogOut

Il solitario con grafica rivisitata Il Blocco note con un dialogo Il dialogo di logout










TOP